Festa de L’Unità. Intitolazione della sezione ad Antonio Luongo

Sabato e domenica prossimi il Partito Democratico di Melfi organizza la Festa de L’Unità. Tradizione antica in cui storia, cultura e dibattito politico si intrecciano a momenti di convivialità e divertimento. E’ il luogo in cui con leggerezza si affrontano temi importanti, si ricordano le storie di uomini che hanno fatto grande il campo democratico e semplicemente, ci si ritrova, per due giorni, fuori dalle liturgie ingessate che talvolta la politica impone.

All’ultima Festa de L’unità avevamo dato il titolo simbolico de “il futuro ha un cuore antico”, e nell’occasione avevamo presentato una mostra su tre personalità importanti della nostra terra: Altamura, Salvatore e Lospinoso Severini. Questa volta abbiamo voluto darle il nome di “Ritorno al Futuro” e dedicare un’intera giornata, quella di Sabato, ad Antonio Luongo, storico dirigente del centrosinistra lucano, che a quello slogan era particolarmente affezionato, tanto da utilizzarlo per lanciare la sua candidatura a segretario regionale del PD Basilicata. Dedicheremo a lui la nostra sezione per ringraziarlo e perché il suo ricordo sia da esempio per noi e per le generazioni che verranno; Il suo impegno sincero e disinteressato, la caparbietà nel cercare la soluzione giusta in tempi difficili, il suo animo libero e buono non saranno spazzati via dal tempo ma resteranno sempre vivi nella memoria di ognuno di noi.

L’idea di dedicargli la sezione fu condivisa innanzitutto da un grande segretario, Nando Dello Russo, che appartiene alla storia di Melfi al pari delle donne e degli uomini che hanno fatto grande la nostra città. Quando fini la sua esperienza come segretario del nostro circolo, proponemmo a lui e a tutto il gruppo dirigente, l’iniziativa. Fu subito entusiasta perché consapevole del grande ruolo che Antonio aveva avuto per Melfi, e perché conscio che il giovane gruppo dirigente che lo aveva sostituito alla guida del partito, aveva bisogno di ancorarsi alla storia e all’esempio di un grande costruttore di pensiero, quale era Luongo. Porteremo a termine questo percorso, e successivamente nei mesi che verranno, ad Ottobre, ricorderemo Nando che ci ha insegnato e abituato a vincere, ricorderemo la sua passione per la politica, come si fa con le persone che hanno segnato la storia di una comunità. Pur provenendo da tradizioni politiche diverse, una sola cosa Nando rimproverava ad Antonio: l’essersene andato troppo presto e aver lasciato lui solo a tenere le fila sottili di un centrosinistra tutto da ricostruire. Grazie al loro impegno ce l’abbiamo fatta e oggi non possiamo che rendergliene omaggio.

Sarà la prima sezione del Pd ad avere Antonio Luongo, nel nome; ci saranno per l’occasione, due ospiti d’eccezione: Claudio Velardi e Gianni Cuperlo che con lui hanno condiviso tanta parte del suo percorso politico, coordinati dal nostro presidente del consiglio Luigi Simonetti.

Per la due giorni ci sono arrivati tanti contributi: chiunque ha conosciuto e frequentato Antonio ha ritenuto doveroso inviarci un messaggio, uno scritto, un video in cui ci ha raccontato della sua esperienza con lui. Tra i contributi arrivati, uno dei più emozionanti e importanti è stato quello di Gianni Pittella: Il capogruppo del PSE al Parlamento Europeo, personalità politica di primo piano nel panorama internazionale ha voluto rendergli omaggio a modo suo, ricordando il grande senso che Luongo aveva per la politica unito alla amicizia che li legava da tempo, nonostante nel corso degli anni avessero assunto, talvolta, posizioni diverse.

Ancora, emozionante è la lettera che per l’occasione ci ha inviato il presidente della regione Basilicata, Marcello Pittella, che ne ha vissuto da presidente della giunta, la fase più recente della segreteria del Pd di Basilicata.

Molti altri ci hanno fatto sapere che saranno presenti sabato, molti consiglieri regionali, l’onorevole Margiotta e il sottosegretario De Filippo, nonché tanti dirigenti del mondo politico e sindacale provenienti da ogni tradizione politica.

Siamo orgogliosi della risonanza che sta avendo questo momento; per renderlo ancora più ricco, chiunque voglia continuare ad inviarci contributi, può farlo utilizzando il canale social del Partito Democratico di Melfi.

La giornata di Domenica sarà dedicata alle questione cittadine, in un dibattito che vedrà coinvolti i consiglieri comunali, sulle questioni più recenti e importanti all’esame della giunta e del sindaco. Faremo il punto delle cose fatte e di quelle da fare discutendo con la città, consapevoli del momento difficile che l’Italia intera sta vivendo e che Melfi, essendo parte del sistema paese, non può esserne immune. Infine, stand di prodotti enogastronomici (carne e salsiccia alla brace, birra artigianale, vino, miele, caciocavallo impaccato, maialino nero e prodotti a base di canapa), gonfiabili per i bambini e domenica mattina, anche lo spettacolo dei burattini, completeranno il programma della festa. La musica non può mancare e avrà un palco dedicato su cui suoneranno due band emergenti e giovanissime del nostro territorio. Noi siamo pronti, a voi tocca esserci.

Buona Festa de L’Unita, a Sabato.

Michele D’Adamo
Segretario del PD di Melfi