Il Comune di Melfi riparte dall’economia e dall’occupazione per sconfiggere la crisi

Dopo l’approvazione della variante al piano particolareggiato dello scorso anno, il Comune di Melfi ha licenziato durante l’ultimo consiglio comunale il regolamento per la successiva definizione del bando di assegnazione delle aree per nuovi insediamenti produttivi nella zona P.I.P.

Si tratta di una scelta economica di enorme rilevanza strategica, soprattutto alla luce della drammatica crisi determinata dal Covid-19. Per l’amministrazione comunale di centrosinistra del Comune federiciano, bisogna rilanciare lo sviluppo economico e di conseguenza incrementare l’occupazione favorendo soprattutto le fasce più deboli, come i disoccupati cinquantenni o i lavoratori autonomi, tra le categorie più duramente colpite dalla pandemia.

Grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore alle attività produttive, Vincenzo Bufano (PD): “Il Consiglio ha approvato un provvedimento atteso da anni da imprenditori e soprattutto artigiani, che ringrazio per la loro collaborazione”. “L’amministrazione comunale – ha dichiarato Bufano – “insieme agli uffici comunali lavoreranno intensamente affinché il bando per l’assegnazione dei lotti venga pubblicato quanto prima per raggiungere un importante obiettivo per la città”.

Sono diverse le azioni pensate, come le agevolazioni e gli incentivi a fondo perduto, che potranno arrivare fino ad un massimo del 90% del costo complessivo del lotto urbanizzato.

In particolare, per le aziende artigianali e industriali che vorranno realizzare i propri insediamenti produttivi, l’amministrazione comunale si è già impegnata a stanziare 390.000,00 €.