Lettera agli assessori uscenti del Comune di Melfi

Cari Raffaele, Aldo, Clemente, Tiziana, Maria Grazia,

quando l’orizzonte è fosco e il percorso è irto di insidie è allora che le Città scelgono di affidarsi alle persone che a quelle comunità hanno dato lustro spiccando per competenza e professionalità. A questo richiamo può rispondersi comodamente in maniera negativa, stigmatizzando rischi e responsabilità che nondimeno il ruolo porta con sé; oppure può decidersi di starci, di rispondere con serietà e spirito di sacrificio alla propria città.

È in tempi difficili come questo in cui basta ‘l’appassionarsi’ alla politica per compromettersi nell’opinione pubblica, che si misura il grado di ciascuno di noi di attaccamento alla crescita della qualità della vita dei propri concittadini, il grado di consapevolezza del primato della politica nello sviluppo umano di ciascuno di noi. Non solo di questo spirito avete dimostrato di esserne pieni ma con il vostro gesto avete accresciuto certamente nei cittadini una fiducia nelle istituzioni che non si registrava così da anni. A ciò avete aggiunto un grande lavoro di cui la Città e tutti noi Vi saremo grati che sarà senz’altro da traccia per i prossimi tempi.

Per quel che conta e ci riguarda il Partito Democratico di Melfi è stato orgoglioso di averVi sostenuto e supportato come assessori. Nonostante tutte le difficoltà contingenti avete ricoperto il vostro incarico con grande spirito di servizio rifuggendo sempre da facili strumentalizzazioni politiche. Il vostro approccio concreto e fattivo è tutt’ora apprezzato. Invero, con non poca responsabilità ci apprestiamo a succedervi nell’arduo compito di governare questa terra in un tempo assai complesso e di grandi stravolgimenti in cui il ruolo della politica soprattutto nelle piccole realtà viene messo in discussione sull’altare di una rinnovata cultura dell’accentramento amministrativo.

In questa nostra lettera vogliamo omaggiarvi semplicemente di tutto l’affetto del PD di Melfi. La riconoscenza purtroppo – si sa – non è d’uso della politica ma per quello che conta vogliate accettare il nostro sincero GRAZIE.

Melfi, 16/01/2019