Dimissioni irrevocabili dalla carica di Presidente del Consiglio Comunale

Egr. Signor Vice Presidente,

a seguito dei provvedimenti emessi dal Tribunale di Potenza e che coinvolgono, tra gli altri, i massimi vertici istituzionali dell’Amministrazione Comunale di Melfi, confermando la piena e totale fiducia nel lavoro della Magistratura, Le comunico la mia irrevocabile decisione di rassegnare le dimissioni dalla carica di Presidente del Consiglio Comunale.

La convinzione che sarà accertata la verità dei fatti e chiarita ogni contestazione non mi impedisce di considerare che sia necessario un gesto forte, chiaro, che riconsegni in minima parte credibilità ed autorevolezza al quotidiano sacrificio di amministrare una comunità. Si amministra per passione civile e non per bramosia di cariche. A Melfi non esiste alcun sistema di potere, alcun patto occulto ma la voglia e la generosità di governare una città, portando al centro dell’azione amministrativa i bisogni, le ansie, le richieste di una comunità intera che fatica e sogna per un futuro migliore.

La mia irrevocabile decisione è anche un appello a tutte le rappresentanze consiliari affinché si rifugga da scorciatoie ed egoismi di parte e ci si sforzi di lavorare ad un’ampia e solida coesione, che riscopra l’etica vissuta della rappresentanza. In questi anni di amministrazione pubblica, insieme a Livio Valvano, che ho sostenuto e sosterrò, non mi sono mai sotratto, ho lavorato senza pregiudizi di parte affinché ci fosse l’inclusione più ampia.

Spero per la nostra città, che la mia scelta sia colta da tutti per quella che è: un azione di volontà rigeneratrice.

 

07.06.2019

Luigi Simonetti