Nota FB. Gianni Cuperlo

Oggi due note. Ma tengo di più alla seconda.

Se capisco bene, leggendo le agenzie, il capogruppo del PD alla Camera ha dichiarato che la legge elettorale non è tra le priorità di questo scorcio di legislatura. Credo sia una dichiarazione poco attenta verso l’appello che lo stesso capo dello Stato ha rivolto al Parlamento alcune settimane fa. Forse merita ripetere che la legge elettorale non è solamente un aspetto tecnico, ma dopo i ripetuti fallimenti di questa legislatura è la condizione necessaria per garantire la governabilità del Paese dopo le prossime elezioni. Certo che al pensionato al minimo o al precario senza garanzie il tema può apparire lunare. Ma noialtri dovremmo sapere che senza un governo in grado di agire anche i problemi di quel pensionato o di quel precario sono destinati a rimanere senza risposta.

Vi ho detto che sabato sono andato a Melfi dove i compagni hanno deciso di dedicare il circolo del PD a Antonio Luongo. Arrivandoci da Roma via ferrovia ti rendi conto che qualche problema di infrastrutture continua a esserci. Io ho viaggiato sull’alta velocità e sono sceso a Salerno, da lì sono salito su un pullman di Trenitalia che svolge il servizio sostitutivo fino a Potenza. Sul pullman eravamo quattro in tutto, il paesaggio attorno è semplicemente splendido. Poi a un certo punto bisogna uscire dall’autostrada per una deviazione a causa di lavori (pare in corso da parecchio). A quel punto si percorrono diversi chilometri su stradine strette (l’autista era bravissimo!) sino a rimettersi sull’autostrada e raggiungere la stazione di Potenza. Lì ho trovato ad attendermi Pasquale e Angela, persone squisite che mi hanno accompagnato a Melfi. Durante il tragitto ho fatto loro qualche domanda. Pasquale lavora all’ospedale, Angela si occupa di formazione con progetti scolastici sull’alimentazione e la scienza. A Melfi ho chiesto loro qualcosa sull’amministrazione comunale per la curiosità e perché resti colpito dalla pulizia della città. Prati curati, aiuole regolarmente innaffiate. Poi alla nostra destra mi hanno indicato un parco pubblico con un’area giochi per bambini. Hanno tenuto a spiegarmi che Luigi, nella scorsa consiliatura vicesindaco, aveva voluto che ci fosse quell’area e che fossero previsti alcuni giochi per bambini disabili. Col risultato che oggi capita vengano anche famiglie dai paesi vicini solamente perché per un buon raggio di chilometri solo lì puoi trovare un’altalena adatta alle esigenze di un chi cresce con qualche problema in più.

Beh, insomma a me questa cosa non mi è più uscita di testa. Perché come voi so che ci sono mille e una cosa più urgenti di una altalena un tantino speciale al parco pubblico. Ma poi, se ci pensi un istante, sai anche che non c’è nulla di più urgente che piazzarla quell’altalena perché se un bimbo viene portato lì a dondolarsi come gli altri e sorride stupito e felice ai suoi genitori, ecco, tu hai fatto l’amministratore come meglio non avresti potuto.

Penso questo e dentro di me mi dico che abbiamo un mare di limiti e problemi ma finché faremo così noi non saremo una forza inutile o sbagliata. E a Luigi e Michele e tutti quelli che ho incrociato sabato penso che dobbiamo dire soltanto grazie.

Tutto qui.

Buona serata

Oggi due note. Ma tengo di più alla seconda. Se capisco bene, leggendo le agenzie, il capogruppo del PD alla Camera ha…

Publiée par Gianni Cuperlo sur Lundi 24 juillet 2017